Anna Zò speaker all'Eurosonic 2020

20 Gen 2020
esns 2020

Venerdì 17 gennaio, nel contesto dell’edizione 2020 di Eurosonic, Anna Zò, project manager Music Innovation Hub e docente nel corso di Music Business, ha partecipato come speaker al panel "Money Matters: the next chapter for European MusicTech ecosystems” insieme a professionisti assoluti del settore provenienti da Francia, Inghilterra e Finlandia.

Con Yvan Boudillet (The Link), Turo Pekari (TEOSTO), Will Chappel (Shawbrook Bank) e Chris Carey (TicketSwap), Zò ha discusso dei trend correnti e futuri del MusicTech, settore in crescita e sempre più rilevante in ambito europeo. La conversazione ha approfondito il tema, sempre problematico, degli investimenti nel settore musicale ed in particolare del musictech, evidenziando la necessità di un sistema che cooperi per supportare soluzioni innovative per il music business, attraverso il consolidamento del dialogo tra attori della filiera, nuovi e tradizionali, e mondo della finanza. 

Music Business è un corso biennale articolato in cicli quadrimestrali, che si contraddistingue per l’aderenza degli insegnamenti alle reali necessità professionali. Una “palestra” dove si allenano i futuri executive della discografia e della musica. Erogato in industry partnership con Music Innovation Hub, al termine del percorso con profitto viene riconosciuto un certificato di Bachelor in Music Business, titolo rilasciato da Middlesex University - London, in collaborazione con SAE Institute.

Anna Zò
Laureata magistrale in economia per le ICC, dal 2018 Anna Zò è project manager presso Music Innovation Hub, la prima società di social spa attiva nel settore della musica nata con l'obiettivo di sviluppare programmi e progetti di innovazione dell'industria musicale industriale italiana. Anna è responsabile dei progetti di Europa Creativa come Jump - European Music Market Accelerator, delle relazioni istituzionali e delle attività rivolte all’educazione e formazione professionale (Linecheck Academy, BA/BSc (Hons.) Music Business con SAE Institute, Chorus Project), nonché dello sviluppo delle attività correlate al settore MusicTech. Con una forte propensione verso le Industrie Culturali e Creative ed un background manageriale/ aziendale, Anna ha anche gestito progetti in diversi settori culturali, come le arti visive (a Londra) e il cinema (a Parigi).
 
ESNS
ESNS è un’organizzazione no-profit fondata per stimolare e promuovere la musica europea anche fuori dai confini continentali. Per raggiungere questo obiettivo, ESNS organizza un festival e una conference a Gronigen, nei Paesi Bassi, della durata di quattro giorni.Eurosonic Noorderslag (ESNS) è no-profit, dedicata solo ad artisti europei, 100% showcase festival e music conference. ESNS attrae ogni anno oltre 4.000 delegati professionali, inclusi 400 festival internazionali e 350 nuovi artisti, con un pubblico di oltre 40.000 visitatori in totale.