Produzione musicale e discografica: il caso Bonnot

18 Mar 2019
18:30 alle 20:30
bonnot sae
18 Mar

Bonnot, pseudonimo di Walter Buonanno, (Multi Award Winning Composer & Producer), sarà nostro ospite per una masterclass dedicata agli appassionati della produzione musicale.

BONNOT racconterà la storia della sua crescita artistica che lo ha portato a lavorare con molti big della scena internazionale come i Dead Prez (USA), General Levy (UK) e Keny Arkana (FRA) e a produrre canzoni inedite che ospitano artisti del calibro di Snoop Dogg e Gary Clark Jr., singoli con guests come Prodigy dei Mobb Deep, Talib Kweli e Jahdan Blakkamoore e a realizzare remix ufficiali con ospiti del calibro di Busta Rhymes, Black Thought dei The Roots e molti altri. 

SINTESI DEL PROGRAMMA

  • Presentazione
  • L'importanza del "Background"
  • Conoscere l'artista/band
  • Il fattore psicologico in studio
  • La C.N.V. di Marshall Rosenberg (Comunicazione Non Violenta) nella formazione di un produttore artistico
  • Il brainstorming sugli obiettivi e sulle motivazioni con l'artista/band.
  • Studio setup e Workflow di Bonnot
  • Le fasi di pre-produzione, arrangiamento e scrittura
  • Creare un Sound "su misura"
  • Organizzare il team "perfetto" per ogni produzione

Incontro gratuito e aperto ad un pubblico di appassionati di produzione musicale e discografica, studenti di Produzione Audio e provenienti da altre facoltà.


IL RELATORE: WALTER "BONNOT" BUONANNO

bonnotBonnot, al secolo Walter Buonanno, lavora tra  Viareggio, Londra e New York. Compositore, produttore, polistrumentista ha più di mille concerti all’attivo suonando in tutta Europa, Stati Uniti, Emirati Arabi e Sud Africa.

In ambito internazionale lavora continuativamente con il leggendario rapper M1 del duo hip hop "Dead Prez" (NY/USA), con il quale ha realizzato finora 2 full album e 3 tour Europei e Statunitensi.

Il 14 Novembre 2013 l'artista 4 volte vincitore di Grammy Awards Macklemore li invita ad esibirsi nel proprio show Live al Madison Square Garden di New York davanti a 20.000 persone. 

Paolo Fresu lo invita sul singolo "Chiaro" del suo album "30!" , realizzato con il quintetto storico, uscito nel 2014 per la propria Tuk Music e per l'etichetta francese Bonsai Music.

Il 4 Giugno 2014 Fabrizio Sotti lo invita sul palco del prestigioso Blue Note Jazz Festival a New York, dove Bonnot ha suonato assieme ai migliori jazzisti della scena mondiale tra cui Sotti (Miles Davis, Cassandra Wilson), Mino Cinelu (Weather Report, Miles Davis), Francisco Mela (J. Scofield), Tony Grey (Herbie Hancock), Ray Angry (The Roots).

Premio SIAE "Miglior Compositore Italiano Indipendente 2005/2006" e premio "Best Event Awards Italia 2012" per il monumentale evento di Video/mapping sul Duomo di Milano: "D'uomo".
Instancabile musicista, sia in studio che sul palco, ha più di 60 di dischi all'attivo tra progetti personali e collaborazioni.

Lo stesso anno gli viene commissionato il remix ufficiale di Time Travel dei Dead Prez feat. Busta Rhymes, Black Thought (the Roots), Bun B, uscito in anteprima esclusiva sulla rivista DJ MAG UK.

Bonnot produce da 10 anni anche per la leggenda inglese General Levy: l'album "Forward" è rimasto per molte settimane nella Top Ten degli album più venduti nella classifica generale di Juno Downloads, nonchè al secondo posto della categoria Drum'n'bass.

Tra i molti remix, "Stand up" degli Asian Dub Foundation, mentre (assieme ai Numa crew) per Dub Fx ha curato il remix ufficiale di "Run" ft. Eva Lazarus.

Recensito come "il futuro del jazz" il suo album "Drops" in trio con i jazzisti Tino Tracanna e Roberto Cecchetto (con la partecipazione in molti brani di Paolo Fresu), disco apprezzatissimo da pubblico e critica, che porta Bonnot a suonare anche in importanti teatri e Festival Jazz della penisola.