CAOS EQUILIBRIO: FENOMENOLOGIA DEI SUONI

27 Set 2017
18:30 alle 20:30
ricossa
27 Set

In foto: stanza anecoica, Università di Ferrara

Siamo circondati da eventi che ci stimolano dal punto di vista sensoriale in modo particolarmente intenso, da quando ci svegliamo a quando andiamo a dormire.

Come viviamo il rapporto con gli stimoli sensoriali che riceviamo giornalmente, e in particolare con i suoni che ci circondano, e quanto questi influiscono nel nostro modo di essere e di vivere? Un fenomeno sonoro all’interno di un evento multimediale cosa ci sta raccontando, quale importanza estetica ha e come ci trasporta lungo la narrazione?

Partendo da queste domande, questo incontro, a cura di Antonio Ricossa e Sonia Cenceschi, vuole aprire una riflessione sul rapporto tra uomo e stimolo sonoro andando ad indagare come, anche la parte acustica di un evento audiovisivo, sia esso un film, uno spettacolo teatrale o quant’altro, possa con forza essere veicolo di emozioni. 
Si andrà ad analizzare come il nostro rapporto con un episodio sonoro possa indurci a stati emotivi diversi, dal caos ad un equilibrio interiore.

Nella seconda parte dell’incontro si affronteranno i temi della comunicazione verbale, dell’aspetto musicale del parlato, della percezione e della decodifica della prosodia vocale, con particolare attenzione per le qualità acustiche che il nostro apparato auditivo e celebrale, interpreta e decifra per attribuire un valore pragmatico e intenzionale ad una frase.

Per concludere, analizzeremo il valore “estetico del suono” in un contenuto audiovisivo, andando a comprendere come la manipolazione dei materiali audio possa cambiare il risultato finale e l’impatto sensoriale sul pubblico.

I presenti saranno coinvolti direttamente e stimolati a produrre loro autentiche riflessioni. Alla fine del seminario vi saranno brevi esercitazioni pratiche.
I partecipanti riceveranno dei materiali preparati dai relatori. 

 

I RELATORI

Antonio Ricossa inizia la sua carriera professionale nel 1989 lavorando per circa tre anni con Ermanno Olmi al progetto “Ipotesi Cinema”. Si diploma al CSC Come Tecnico del Suono con 98/100 e prosegue la crescita professionale da prima come Fonico di Presa Diretta, successivamente come Fonico di mixage per divenire in ultimo Sound Designer, lavorando negli anni per Rai Mediaset Sky ecc. E’ stato Vice Presidente dell’ATIC (Associazione Tecnica Italiana per la Cinematografia e la Televisione) per tre mandati consecutivi durante i quali ha permesso la presentazione presso l’Anica del documento AES GTCS “GESTIONE DEL SUONO NELLA PRODUZIONE AUDIO PER LA CINEMATOGRAFIA (Paper: GTC010 Roma, 19 Gennaio 2008)”. Con tale carica è stato nominato dal MIUR, nel 2008, commissario d’esame presso “Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione, Roberto Rossellini”. Oggi oltre ad essere docente per diverse realtà scolastiche, continua l’attività di Sound designer. In questi ultimi anni è di rilievo il lavoro fatto per Marco Bechis, il missaggio dei suoi ultimi due film e il restauro del suono del suo lungometraggio “Alambrado” del 1991. Nel 2014 collabora al progetto di ricerca di Sonia Cenceschi “Modalità di gestione ed elaborazione dell'intercettazione telefonica, analisi dei parametri vocali prosodici della lingua Italiana - Università di York Forensic speech science Department of Language and Linguistic, Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Nel 2010 è Co-relatore per la tesi di laurea di Stefania Rossini “Ciak si traduce! Dalla lingua di partenza alla lingua di arrivo: un viaggio tra tecnica e linguaggio, tra attore e doppiatore” - Università di Trento I.S.I.T (Istituto Universitario per Interpreti e Traduttori - Scuola Superiore per Mediatori Linguistici)

Sonia Cenceschi sta svolgendo un dottorato di ingegneria informatica incentrato sull’analisi prosodico-vocale presso il Politecnico di Milano. È laureata in Ingegneria presso l’Università di Pisa con una tesi di analisi acustica (Teatro Storico Lux) e nel 2012 conclude il biennio specialistico in Musica Elettronica e Tecnologie Audio presso il Conservatorio di Musica G. Verdi di Como con una ricerca inerente il restauro audio digitale. Nel 2010 Frequenta la Masterclass SaMPL (DEI e Conservatorio C. Pollini di Padova) dedicata a conservazione, restauro e fruizione di documenti sonori e dallo stesso anno esercita la libera professione come perito fonico specializzato nelle applicazioni forensi e musicali del recupero audio digitale, collaborando con diverse realtà professionali. Nel 2013 fonda assieme al dott. Cornacchia il gruppo di fonica Cencor, con lo scopo di espandere l’impiego di tecnologie di restauro digitale per l’analisi della voce in ambito forense e musicale (www.perizieaudiocencor.it). Dal 2014 è perito fonico per la sezione penale del Tribunale di Como e collabora attivamente con la GDF di Milano, le forze dell’ordine della Svizzera Italiana ed altre istituzioni per ottimizzare l’utilizzo delle intercettazioni in fase investigativa. Ha all’attivo una collaborazione col dipartimento di Forensic Speech Science dell’Università di York dove ha approfondito le differenze tra la prosodia nel parlato italiano e nell’inglese. È inoltre parte integrante di un progetto musicale e teatrale come chitarrista.